Cerca

or Register to use my collection.

Storia di B. La scomparsa di mia madre

Beniamo Barrese

Italia, 2019

94'
Sinossi

Benedetta Barzini è stata una delle prime top model in Italia, musa di Dalì e Andy Warhol negli anni ‘60, immortalata da mostri sacri come Irving Penn a Richard Avedon, a spezzare gli stereotipi dei tempi rinnegando il mondo della moda e la sua radicata misoginia come giornalista, docente e attivista. Madre di quattro figli, Benedetta si avvicina al marxismo e al femminismo diventando famosa per il suo impegno per la parità di genere. Oggi, a 75 anni, il suo disgusto per il mondo delle immagini l’ha portata ad una profonda crisi esistenziale, da cui ha intenzione di uscire scomparendo dal mondo materiale. Alla sua opera prima, presentata quest’anno in anteprima al Sundance Film Festival, Beniamino Barrese rivolge la camera verso la madre nell’insistente tentativo di fissarne identità, ideali e storia. Il conflitto che nasce da questo gioco di forza – tra la camera e l’individuo, ma anche e soprattutto tra la madre e il figlio – lentamente si incanala verso un unico obiettivo comune, il tentativo di correggere decenni di danni inflitti alla donna dallo sguardo oppressivo della camera da presa. (Valentina Piva) Fonte (MilanoFIlmFestival.it)

Titolo originale
Storia di B. La scomparsa di mia madre
Colore
colore
Lingua originale
italiano
or Register to use my collection.

Not available yet